Logo Università degli Studi di Milano



 
 

TERZA MISSIONE  

La Terza Missione (TM) comprende tutte le attività volte alla valorizzazione della conoscenza e dell’innovazione. È la parte della VQR in cui l’università non viene valutata sulla produzione scientifica, ma sul reale e tangibile impatto che le Università hanno sulla società: un ruolo quindi non solo formativo ma anche sociale.

Il concetto iniziale di TM nasce nel 2000 grazie un testo della Commissione Europea, nel quale si proponeva di promuovere l’innovazione in un’economia fondata sulla conoscenza. Successivamente questo concetto si è modificato. Oggi la TM comprende, quindi, sia la valorizzazione della ricerca in termini più economici, che la produzione di beni pubblici.

Per quanto concerne le attività di valorizzazione della ricerca, questa sezione non è stata inserita nella scheda di monitoraggio in quanto attività gestita e censita dall’Ateneo o da Fondazione UNIMI per le parti di competenza.

Al dipartimento viene invece richiesto il monitoraggio della sezione relativa alla produzione di beni pubblici.

1. Attività per la salute pubblica: descrive le attività di ricerca (in campo sanitario) per la salute pubblica svolte dall’ateneo nei confronti della comunità. Vengono considerate qui solo quelle attività di ricerca (e le strutture a supporto) che hanno ricadute prevalentemente sulla salute pubblica e sono volte a migliorare la qualità della vita in modo oggettivo e percepito della popolazione. Esse rappresentano un modo diretto di contribuire alla salute pubblica.

2. Formazione Continua, apprendimento permanente e didattica aperta: descrive una serie di attività di formazione svolte dagli atenei, non rivolte agli utenti tradizionali. Sono considerate anzitutto le attività formative realizzate dall’università (in collaborazione e convenzione o comunque in presenza di atto formale -ad es. delibere del Senato) dalle quali si evinca l’obiettivo di una formazione/aggiornamento funzionale a una determinata attività lavorativa professionale.

Rientrano in questa sezione:

  • Attività di formazione continua
  • Corsi di Perfezionamento
  • Attività di Educazione Continua in Medicina
  • Attività di certificazione delle competenze
  • Alternanza Scuola-Lavoro
  • MOOC (Massive Open Online Courses)

3. Public engagement: comprende attività organizzate istituzionalmente dall’ateneo o dalle sue strutture senza scopo di lucro con valore educativo, culturale e di sviluppo della società e rivolte a un pubblico non accademico. Rientrano in questa sezione:

- pubblicazioni (cartacee e digitali) dedicate al pubblico non accademico – non indicizzate;

- produzione di programmi radiofonici e televisivi; pubblicazione e gestione di siti web e altri canali social di comunicazione e divulgazione scientifica (escluso il sito istituzionale dell’ateneo);

- organizzazione di iniziative di valorizzazione, consultazione e condivisione della ricerca (es. eventi di interazione tra ricercatori e cittadini, dibattiti, festival e caffè scientifici, consultazioni on-line);

- iniziative di tutela della salute (es. giornate informative e di prevenzione, campagne di screening e di sensibilizzazione);

- attività di coinvolgimento e interazione con il mondo della scuola (es. simulazioni, esperimenti hands-on altre attività laboratoriali, didattica innovativa, children university); sono esclusi i corsi di formazione e aggiornamento rivolti agli insegnanti (Attività di formazione continua) e le iniziative di Alternanza Scuola-Lavoro (Attività di formazione con scuole);

- partecipazione alla formulazione di programmi di pubblico interesse (policy-making);

- partecipazione a progetti di sviluppo urbano o valorizzazione del territorio;

- iniziative di democrazia partecipativa (es. consensus conferences, citizen panel);

- iniziative di co-produzione di conoscenza (es: citizen science, contamination lab);

- organizzazione di concerti, spettacoli teatrali, rassegne cinematografiche, eventi sportivi, mostre, esposizioni e altri eventi di pubblica utilità aperti alla comunità;

- altre iniziative di carattere istituzionale.

La valutazione della TM da parte dell’ANVUR tiene conto di alcuni indicatori di impatto:

  • Dimensione sociale, economica e culturale dell’impatto;
  • Rilevanza rispetto al contesto di riferimento;
  • Valore aggiunto per i beneficiari (questionario);
  • Contributo della struttura proponente, valorizzando l’aspetto scientifico laddove rilevante.

L’inserimento delle attività di public engagement, come per i prodotti della ricerca, avviene sul sito IRIS-AIR unimi (http://air.unimi.it), nella sezione Terza Missione- public engagement.

Per approfondimenti si rimanda al testo ufficiale di ANVUR:  SUA-TM_lineeguida

Documenti correlati  

Torna ad inizio pagina